Crea sito

Smorfiàcc

smofiac

Smorfiàcc che nell’antico dialetto “gaì” significa suonatori si presentano come ripropositori della tradizione bergamasca e più in generale dell’area popolare lombarda. Pur rimanendo in ambito strettamente popolare gli arrangiamenti cercano di far rivivere lo spirito pulsante ed energico della musica tradizionale creando ed evidenziando similitudini, in alcuni brani con la musica d’oltralpe. I brani provengono dal repertorio dei campanari da pubblicazioni dei ricercatori e da ricerche degli stessi componenti del gruppo; sono in prevalenza ballabili (valzer, polche, mazurche, scottisc, monfrine) e melodie provenienti da canti e reinvenzioni in stile degli stessi Smorfiàcc. Gli strumenti, violino, baghèt, fisarmonica, vengono affiancati in alcuni brani da flauti e tre baghèt suonati assieme, dimostrando così versatilità e capacità esecutive. Gli Smorfiàcc vogliono trasmettere la passione e l’amore per una musica al giorno d’oggi poco valorizzata, ma che ha ancora molto da dire.

Fabio Brivio: baghèt, musette du centre.

Bergamasco di Ponte S. Pietro da sempre appassionato di musica popolare, ha iniziato nel 2005 con lo studio del baghèt. Approfondisce da qualche anno la pratica della musette du centre assieme ad altre cornamuse. Dopo un primo approccio con la “Berghem Baghèt”, con la quale ha partecipato a svariati eventi e scambi culturali come quello di Plodiv in Bulgaria, ha deciso di dedicarsi alla musica tradizionale bergamasca, acquisendo capacità notevoli nella pratica dello strumento.

Vittorio Grisolia: violino, flauti, baghèt

Da 35 anni si occupa di musica tradizionale e in particolare bergamasca. Ha formato e ha contribuito al nascere di diversi gruppi tra cui: “Roncastalda”, “Samadur”, “Rataplam” e ha collaborato con la “Compagnia degli Zanni” in diversi concerti e tournèe in Canada e Stati Uniti. Co-ideatore di “Isolafolk” di cui è stato direttore artistico delle prime sette edizioni. Attualmente dirige la Compagnia violinistica “la Mila” e suona con il gruppo di musica antica “Sicut Leo” e “Cantosociale” oltre che con i “Tremùsica” (gruppo familiare).

Giovanni Baronchelli: fisarmonica, baghèt

Nato a Gavardo comune della Valle Sabbia (BS), ha iniziato la sua educazione musicale con lo studio del pianoforte. Polistrumentista eclettico, da sempre appassionato all’ambito tradizionale/popolare ha approfondito per tredici anni lo studio del baghèt, alternando a questo strumento l’apprendimento della fisarmonica. Ha conseguito esperienza suonando dal vivo in molteplici eventi, prevalentemente nel territorio della provincia di Brescia. Ha collaborato al programma televisivo “Rebelòt” di Telecolor.

Sito Webhttp://www.smorfiacc.it/

Facebook: https://www.facebook.com/groups/174111012744971/

smorfiacc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.